L’uomo dal fiore in bocca. Primo appuntamento a teatro

Limes. piccola rassegna di teatro
L’UOMO DAL FIORE IN BOCCA di Luigi Pirandello
fioreinbocca
con Alberto Buraschi e Alberto Arreghini
violino Stefano Sergeant
e con la partecipazione di Filippo Frese

Un luogo di passaggio come un caffè, un incontro casuale: due uomini incrociano le loro vite in un racconto fatto di quotidianità, di piccoli piaceri e fastidi, di fissazioni, di immaginazione. Con la consapevolezza, per uno di loro, che tutto finirà presto. In realtà lo sappiamo bene tutti che, prima o poi, la morte passerà per accompagnarci altrove ma per un appuntamento senza data, luogo e orario, non ci si prepara per tempo. L’uomo dal fiore in bocca un appuntamento ce l’ha e al pacifico avventore porta il suo bisogno di non farsi trovare impreparato, o quanto meno, fermo ad aspettare. Forse che staremmo fermi ad aspettare che il terremoto arriva se sapessimo quando arriva? Forse che se la morte fosse un insetto posato su una giacca non lo toglieremmo con due dita?

Pirandello trasse il testo teatrale da una sua novella scritta precedentemente, La morte addosso; L’uomo dal fiore in bocca debuttò nel 1922 al teatro Manzoni di Milano.