50 anni dopo. Il ’68

Due appuntamenti al Circolo ARCI Virginio Bianchi di Cantù e al Circolo di Mirabello per ricordare il ’68, l’anno che ha cambiato il mondo.

Sabato 8 dicembre al Circolo di Mirabello alle 21,00 proiezione del film:

Ora e sempre riprendiamoci la vita

Regia: Silvano Agosti

Italia, 2018, 94’

Genere: documentario

Distribuzione: Istituto Luce Cinecittà

Festival: 72° Locarno Film Festival – Fuori Concorso

50 anni dal Sessantotto. 40 anni dal 1978. Dieci anni che hanno sconvolto un mondo. Un movimento mondiale di idee, parole, corpi, lotte, conquiste sociali. Anni in cui l’Italia è riuscita a essere protagonista internazionale, della rivoluzione, e della reazione. Ora e sempre riprendiamoci la vita, un titolo programmatico per cantare e raccontare quei dieci anni attraverso rari, preziosi materiali di repertorio con musiche straordinarie di Nicola Piovani e l’aiuto di un cast eccezionale di testimoni. Dai protagonisti dei movimenti, come Mario Capanna, Oreste Scalzone, Franco Piperno, un grande sindacalista come Bruno Trentin; ai protagonisti dell’immaginario, come Bernardo Bertolucci, a fianco del più grande regista dell’underground italiano, Alberto Grifi, a una coppia da Nobel come Dario Fo e Franca Rame, un architetto visionario, Massimiliano Fuksas, o ancora una ‘voce’ come Paolo Pietrangeli. E volti con storie diversissime, scavati dalla Storia: il grande scrittore di Storie e partigiano Nuto Revelli, il filosofo Emanuele Severino, Pietro Valpreda…. Da queste immagini, volti, voci, emerge una mancanza urgente. Che non riguarda solo i numeri ’68-’78, ma forse di più il nostro presente.

46441679_1254273091371510_2272846824177926144_n