Io ti vedo così. Giornata dell’ipovisione

GIORNATA DELL’IPOVISIONE
L’Unione Italiana Ciechi e Ipovedenti (Sede Regionale Milano – sezione territoriale Como) e l’ARCI Mirabello, organizzano per domenica 17 novembre 2019 dalle ore 15,00 alle ore 19,00, presso la sede di quest’ultimo in Via Tiziano 5, una giornata dell’ipovisione intitolata “Io ti vedo così” come da mostra fotografica presa in prestito dalla sezione di Forlì-Cesena. L’evento sarà articolato in tre fasi: si aprirà con l’esposizione di fotografie che raffigurano il mondo visto da un ipovedente, seguirà una simulazione che consentirà i visitatori di immedesimarsi in una situazione di ipovisione, attraverso l’uso di strumenti idonei e la rappresentazione di scenari ad hoc, culminando infine in un dibattito, all’interno del quale sarà possibile porre domande ed interagire con i relatori.

Vi aspettiamo numerosi.

Dotazione materiale: Dott. Ssa ELENA ZORZIT – tiflologa

Relatori:
DOMENICO CATALDO (referente ipovisione Sez. territoriale UICI Como);
Dott. CLAUDIO LA CORTE (Presidente Sez. Territoriale UICI Como);
SILVIA PERONI (coordinatrice commissione Regionale ipovisione UICI Lombardia);
Arch. MICHELA VASSENA (architetto specializzato in ambienti accessibili)
Dott. FABIO LEPORE giornalista e reporter

Parte grafica: Daniela Ray
Mostra fotografica fornita dalla sezione dell’UNIONE ITALIANA CIECHI ED IPOVEDENTI di FORLI’-CESENA.

Si ringrazia inoltre il Lions Club di Como

COS’E’ L’IPOVISIONE
Per ipovisione si intende una ridotta capacità visiva, che può causare notevoli difficoltà nella conduzione della vita quotidiana in ragione di vari fattori, siano essi congeniti o acquisiti.
La legge 138/2001 ha distinto le già preesistenti tipologie di disabilità visiva a seconda delle rispettive gravità, l’ipovisione infatti si differenzia dalla cecità in quanto, coloro che ne sono affetti riescono ad utilizzare il canale della vista, seppur in misura molto ridotta sia in termini di visione centrale che periferica (il cosiddetto vedere con la coda dell’occhio).
Le stime più recenti indicano una presenza sul territorio nazionale di circa un milione e mezzo di ipovedenti, con percezioni della realtà molto differenti da soggetto a soggetto, anche a causa delle patologie che li hanno portati a questo status. Un ipovedente non è facilmente riconoscibile, poiché in apparenza viene individuato alla stregua di una persona che indossa gli occhiali come tantissime altre. Nel suo caso le lenti servono tuttavia a recuperare solo in parte una situazione visiva molto più compromessa, resta infatti preclusa la possibilità di svolgere azioni concepite normali come guidare un autoveicolo, leggere se non da molto vicino, oppure riconoscere una persona se non a pochi centimetri di distanza. Tale fraintendimento lo colloca in una sorta di zona grigia, in quanto non essendo completamente cieco viene spesso considerato svogliato o impacciato, poiché non nella propensione a svolgere determinati compiti ad una velocità a cui il resto del mondo è abituato. L’obiettivo di questo evento consiste nel far conoscere meglio la figura dell’ipovedente, sia nelle sue difficoltà quotidiane che nelle sue risorse, nonché attraverso le strategie che utilizza per vivere in un contesto concepito per soli “normodotati”.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...