Le news dal circolo

sogni clandestini

La compagnia teatrale Ibuka Amizero vi aspetta al Circolo venerdì 20 novembre 2020 con lo spettacolo Sogni clandestini.

“Da una vita buona non scappa nessuno”, dichiara uno dei personaggi protagonisti dello spettacolo, che porta in scena storie di migrazione, di migranti e della loro difficoltà di inserimento nella nostra società.
Gli spettatori vengono accompagnati nel viaggio che i personaggi intraprendono dai loro Paesi di origine fino all’Italia; si incontreranno alla fine tutti su una panchina, in uno dei giardini pubblici delle nostre città, a comporre una moltitudine a noi così vicina, ma allo stesso tempo così lontana e spesso difficile da accettare. Sei donne, sei storie, alcune vicinissime e strazianti, altre lontane ed avvincenti, tutte vere: ecco la radice comune.

Prenotazione obbligatoria scrivendo a arcimirabellocantu@gmail.com oppure 3472923126 (Anissa).
Vi ricordiamo al momento della prenotazione di indicare nome cognome e contatto telefonico di ogni partecipante.
Ingresso con tessera ARCI

Death and Dancing

Venerdì 4 dicembre 2020 alle ore 21,00, protagonista sul palco del Circolo sarà la Compagnia Teatrale Libera Officina con uno spettacolo di Claire Dowie.

Due attori, Lui e Lei. Lui, gay. Lei, lesbica. O bisex. O chi lo sa. E’ giusto mettere un’etichetta, un
cartellino? Non siamo liberi neanche sotto le coperte?
Claire Dowie è una delle pioniere della stand-up-comedy e del teatro “in-yer-face”. Il suo testo Death and Dancing del 1992 è diretto, fulminante, ironico, scorretto. Ma anche emozionante e pieno, a suo modo, di poesia. Il racconto di due personaggi che intrecciano le loro vite in un ritratto del mondo omosex all’inizio degli anni ’90.
Fino al 1990 l’Organizzazione Mondiale della Sanità annoverava l’omosessualità nella lista delle malattie mentali. In 70 Paesi è tuttora illegale. In alcuni è prevista la pena di morte. In altri è solo peccato.

Prenotazione obbligatoria scrivendo a arcimirabellocantu@gmail.com oppure 3472923126 (Anissa).
Vi ricordiamo al momento della prenotazione di indicare nome cognome e contatto telefonico di ogni partecipante.
Ingresso con tessera ARCI

Open Heart. Proiezione del film

ATTENZIONE. L’evento è stato ANNULLATO a causa dell’acuirsi della pandemia. La visione verrà riprogrammata. Ci vediamo presto!

Per il primo venerdì del Mirabello, organizzato in collaborazione con Emergency – Como, il Circolo diventa un cineforum.

L’appuntamento è venerdì 23 ottobre alle ore 21,00 circolo di Mirabello in via Tiziano, 5.
“Open Heart” è la storia di otto bambini ruandesi che lasciano le loro famiglie per andare in Sudan e sottoporsi a un delicato intervento al cuore al Centro Salam di cardiochirurgia di Emergency a Khartoum.
Le loro valvole cardiache sono state seriamente compromesse dalla malattia reumatica.
Essere operati è la loro unica possibilità di salvezza. Il film, diretto da Kief Davidson, è stato candidato al premio Oscar nella categoria “Documentary Short”.
Prenotazione obbligatoria scrivendo a arcimirabellocantu@gmail.com oppure 3472923126 (Anissa).
Vi ricordiamo al momento della prenotazione di indicare nome cognome e contatto telefonico di ogni partecipante.
Ingresso libero con tessera ARCI

SCARICA IL VOLANTINO

Infundibulum. Invito a teatro

Infundibulum è uno spettacolo di Dianora Marabese e Stefano Sergeant, messo in scena dalla compagnia Teatro Libera Officina, da una ricerca storica svolta da cittadini canturini e coordinata da Claudio Boiocchi, col supporto dell’Associazione Culturale “Luciano Inganni”.

Il racconto di una Cantù del passato, scossa dalla coraggiosa scelta di una madre. La sua storia portò il nome di Cantù sui giornali nazionali e in parlamento, ma venne presto cacciata al fondo di un imbuto di silenzio e subito dimenticata. Fino ad oggi.

SCARICA IL VOLANTINO

“Chiedo umilmente perdono alle famiglie delle vittime. Saremo molto severi. Guardando al passato, non sarà mai abbastanza ciò che si fa per chiedere perdono e cercare di riparare il danno causato. Guardando al futuro, non sarà mai poco tutto ciò che si fa per dare vita a una cultura capace di evitare che tali situazioni non solo non si ripetano, ma non trovino spazio per essere coperte e perpetuarsi.” Papa Francesco.

Contributo artistico 8€
Ingresso con tessera Arci

PizzARCI per Garabombo

Sabato 30 Novembre vi aspettiamo per una delle nostre classiche Pizz-Arci.
Le modalità sono quelle tradizionali: pizza + bibita/birra + caffè (15€)

Il ricavato di questa pizzata andrà a sostenere i progetti della cooperativa sociale Garabombo da anni impegnata nel campo del commercio equo e solidale.

Richiesta prenotazione (chiamare Michele al 3386746640 oppure email a arcimirabellocantu@gmail.com)

Ingresso con tessera arci e possibilità di tesseramento per 8€

Vi aspettiamo numerosi

C’è Gaber e Gaber. Invito a teatro

Al Circolo va in scena uno spettacolo di Teatro-Canzone che nasce da una idea di Paolo Camporini e Elisa Salvaterra intorno alla figura di Giorgio Gaber e il nostro tempo. Lo spettacolo ripercorre monologhi (due di Gaber e due originali) e canzoni del Signor G. omaggiando la sua arte attraverso il filo rosso del concetto di persona, ieri e oggi. Dove sono rimasti l’uomo e la donna del nostro
tempo? come muovono i loro passi e le loro menti in un tempo dove un indifferente individualismo e un insistente pre-giudizio sul diverso la fan da padrone? Uno spettacolo poetico, ricco di musica e suoni non comuni, di parole e di una “illogica allegria”!
Contributo artistico 8€
Ingresso con tessera ARCI
I due monologhi originali dello spettacolo sono stati scritti da Andrea Ortica e Elisa Salvaterra
Arrangiamenti: Paolo Camporini, Fabius Constable, Maurizio Berti
Training vocale: Marta Orlando

Io ti vedo così. Giornata dell’ipovisione

GIORNATA DELL’IPOVISIONE
L’Unione Italiana Ciechi e Ipovedenti (Sede Regionale Milano – sezione territoriale Como) e l’ARCI Mirabello, organizzano per domenica 17 novembre 2019 dalle ore 15,00 alle ore 19,00, presso la sede di quest’ultimo in Via Tiziano 5, una giornata dell’ipovisione intitolata “Io ti vedo così” come da mostra fotografica presa in prestito dalla sezione di Forlì-Cesena. L’evento sarà articolato in tre fasi: si aprirà con l’esposizione di fotografie che raffigurano il mondo visto da un ipovedente, seguirà una simulazione che consentirà i visitatori di immedesimarsi in una situazione di ipovisione, attraverso l’uso di strumenti idonei e la rappresentazione di scenari ad hoc, culminando infine in un dibattito, all’interno del quale sarà possibile porre domande ed interagire con i relatori.

Vi aspettiamo numerosi.

Dotazione materiale: Dott. Ssa ELENA ZORZIT – tiflologa

Relatori:
DOMENICO CATALDO (referente ipovisione Sez. territoriale UICI Como);
Dott. CLAUDIO LA CORTE (Presidente Sez. Territoriale UICI Como);
SILVIA PERONI (coordinatrice commissione Regionale ipovisione UICI Lombardia);
Arch. MICHELA VASSENA (architetto specializzato in ambienti accessibili)
Dott. FABIO LEPORE giornalista e reporter

Parte grafica: Daniela Ray
Mostra fotografica fornita dalla sezione dell’UNIONE ITALIANA CIECHI ED IPOVEDENTI di FORLI’-CESENA.

Si ringrazia inoltre il Lions Club di Como

COS’E’ L’IPOVISIONE
Per ipovisione si intende una ridotta capacità visiva, che può causare notevoli difficoltà nella conduzione della vita quotidiana in ragione di vari fattori, siano essi congeniti o acquisiti.
La legge 138/2001 ha distinto le già preesistenti tipologie di disabilità visiva a seconda delle rispettive gravità, l’ipovisione infatti si differenzia dalla cecità in quanto, coloro che ne sono affetti riescono ad utilizzare il canale della vista, seppur in misura molto ridotta sia in termini di visione centrale che periferica (il cosiddetto vedere con la coda dell’occhio).
Le stime più recenti indicano una presenza sul territorio nazionale di circa un milione e mezzo di ipovedenti, con percezioni della realtà molto differenti da soggetto a soggetto, anche a causa delle patologie che li hanno portati a questo status. Un ipovedente non è facilmente riconoscibile, poiché in apparenza viene individuato alla stregua di una persona che indossa gli occhiali come tantissime altre. Nel suo caso le lenti servono tuttavia a recuperare solo in parte una situazione visiva molto più compromessa, resta infatti preclusa la possibilità di svolgere azioni concepite normali come guidare un autoveicolo, leggere se non da molto vicino, oppure riconoscere una persona se non a pochi centimetri di distanza. Tale fraintendimento lo colloca in una sorta di zona grigia, in quanto non essendo completamente cieco viene spesso considerato svogliato o impacciato, poiché non nella propensione a svolgere determinati compiti ad una velocità a cui il resto del mondo è abituato. L’obiettivo di questo evento consiste nel far conoscere meglio la figura dell’ipovedente, sia nelle sue difficoltà quotidiane che nelle sue risorse, nonché attraverso le strategie che utilizza per vivere in un contesto concepito per soli “normodotati”.

Quando diventi piccolo. Un’autobiografia non autorizzata

Il #Loizziacasatuatour sbarca al Circolo l’8 novembre 2019, ore 21,00

Contributo artistico 10€ – Ingresso riservato ai soci

“Quando diventi piccolo”, è uno spettacolo di e con Massimiliano Loizzi, tratto dal suo romanzo “Quando diventi piccolo” edito da Fabbri Editore.

E’ la storia di un uomo, e di come la sua ragazza e i suoi figli, anzi una bimba e un bimbo, gli abbiano salvato la vita.

Ma è anche la storia di un uomo di sinistra in Italia, quindi è una storia tanto triste, ma che suo malgrado fa molto, molto ridere.

Racconti presi in prestito dalla strada, che hanno a che fare con gli orrori quotidiani (razzismo, la rabbia omofoba e la cieca violenza dei social), ma anche sogni e aspirazioni in bilico fra reale e ideale. Uno spettacolo con poche risposte e tante domande ma che fa sicuramente ridere, perché “Loizzi utilizza con padronanza gli strumenti di un’arte di cui è da anni pressoché unico interprete, raccogliendo il testimone di Paolo Rossi. Un percorso che in questi anni ne ha fatto il principale, e per molti versi unico esponente della satira politica teatrale nel panorama italiano” (Renzo Francabandera per PAC).

In novanta minuti irrefrenati e irrefrenabili, Massimiliano Loizzi si racconterà e ci racconterà, con le sue doti di improvvisatore e la sua verve satirica e poetica, le storture e contraddizioni del paese, attraverso storie personali, sogni e deliri poetici. “Parlerò di me, dei miei vizi (tanti), dei miei pregi (due), del mio lavoro, delle mie notti, dei miei amori, del mio amore, dei miei bimbi e delle mie vite… e basterà una serata a raccontar tutto, vi domanderete voi? Se pagate il biglietto intero sì, vi risponderò io.” Oramai consolidato affabulatore, Loizzi mette in scena uno spettacolo diverso di sera in sera, dove tutto, o quasi, può accadere, che si nutre dell’improvvisazione, come esercizio impertinente ai “danni” del pubblico, interlocutore e componente stessa dello spettacolo.

Nella profonda provincia pugliese degli anni Ottanta c’è un bimbo che vive un’infanzia incantata e avventurosa grazie ai racconti stupefacenti di un padre inventa-storie, e a un fratello che assomiglia tanto a Batman. Ma cosa succede quando l’idillio dell’infanzia finisce? Quando il padre, una volta eroe, si perde nel bicchiere e smette di sognare? Tra avventure immaginate e sogni a occhi aperti, tra tuffi nel passato e salti nel presente, il ragazzo diventa un uomo e impara ad amare, a raccontare storie e a essere, insieme, un figlio che perdona e un padre che sogna. Una storia di generazioni che cambiano in un paese che resta immutato.

Massimiliano Loizzi è attore de ilTerzoSegretoDiSatira, capocomico e autore dei MercantidiStorie, autore del suo primo romanzo in uscita per la Fabbri Editore, nonché curatore di una rubrica per FanPage.it  Sin dal 2003 collabora con Paolo Rossi in svariati spettacoli e progetti; ha lavorato fra gli altri con Tullio Solenghi, Renato Sarti, Antonio Latella, Gabriele Lavia. Ha curato per due stagioni la copertina di PiazzaVerdi su RadioRai3. Dal 2011 è attore del collettivo ilTerzoSegretodiSatira, con svariate serie per il web e la tv, protagonista delle due stagioni di “Sandro” in coppia con Francesco Mandelli, nonchè del loro primo lungometraggio “Si muore tutti democristiani”, presentato al Festival del Cinema di Roma nel novembre del 2017. E’ attore di svariati film e cortometraggi, fra i quali “Lovers” di Matteo Vicino, e “Gli sdraiati” di Francesca Archibugi con Claudio Bisio.

www.massimilianoloizzi.com

 

 

Il Rojava chiama e Cantù risponde. Serata informativa sulla guerra in Siria

Il Rojava chiama ed urla a gran voce l’ingiustizia dell’invasione turca. Ancora una volta, il popolo curdo subisce una feroce repressione e vede minacciato il suo sogno di un Kurdistan libero, democratico ed indipendente.
Nessuna guerra è giusta e questa ancora di più palesa le squallide angherie della dittatura di Erdogan.
Come Arci Mirabello vogliamo ribadire i nostri principi di pace e democrazia ed invitare la cittadinanza ad approfondire il tema.

Lunedì 28 ottobre dalle 21.00 proponiamo un confronto con alcune testimoni che hanno visitato i luoghi della resistenza curda ed hanno conosciuto l’esperienza del confederalismo curdo.

Interverranno:
– Clara Acqua della Rete Jin per il sostegno alle donne curde.
– Laura Quagliuolo del Coordinamento italiano per il sostegno alle donne afghane.
– Jessica Todaro del Coordinamento italiano per il sostegno alle donne afghane.

Entrata libera – Ingresso riservato ai soci Arci

Take action! Cerchiamo volontari

Take Action!
Agisci! Fai! Progetta! Proponi! Stupisci! Aggrega!

Il Circolo Arci Mirabello è uno spazio aperto a tutti e tutte, dove ognuno può esser parte attiva. Lo spazio è attrezzato per ogni possibilità: aperitivi, cene, concerti, proiezioni, musica, dibattiti, intrattenimento, balli, danze, giochi di gruppo, momenti di riflessione.

Ti piacerebbe fare un’esperienza di volontariato? Vorresti partecipare alle nostre attività o proporre le tue idee?

Incontriamoci giovedì 17 ottobre alle 21.00 al circolo in via Tiziano 5 a Mirabello. Se vuoi maggiori info scrivi a arcimirabellocantu@gmail.com

La campagna volontariato 2019/20 è aperta e stiamo cercando proprio te!